Formula E, al via il quarto campionato mondiale delle monoposto elettriche

la formula E

Parte il nuovo campionato di formula E, cui possono prendere parte esclusivamente monoposto elettriche. Il quarto campionato di Formula E comincia con una doppietta: due gran premi uno dopo l’altro, a Hong Kong. La stagione prevede 14 gare, in 11 circuiti, uno anche in Italia, in primavera a Roma.

Un successo preannunciato

Quando pochi anni fa partiva la Formula E in tanti hanno presagito i successi che questo tipo di gare avrebbero ottenuto. Del resto per molte case automobilistiche il futuro è il motore elettrico, che consente di spostare l’inquinamento dalle città, o anche di eliminarlo totalmente quando la carica delle batterie viene dall’energia fotovoltaica.

Nel corso delle scorse edizioni si è cominciato anche modificare la formula appena nata, questo quarto campionato, ad esempio, sarà l’ultimo in cui i piloti cambieranno vettura a metà percorso. A partire dal prossimo anno quindi le cose cambieranno in modo assai evidente. Un’altra novità ottenuta negli anni è la sempre maggiore partecipazione di case automobilistiche “outsider” in questo ambito.

Inizialmente le vetture di formula E erano tutte identiche, oggi invece sono varie le aziende che si sfidano, da quest’anno è arrivata Audi come team ufficiale, lo scorso anno Jaguar, mentre BMW collabora con il team Andretti e dalla prossima stagione la cooperazione sarà ufficiale.

Un nuovo mercato

Lo sviluppo della formula E e il crescente interesse delle aziende automobilistiche per le monoposto elettriche dipende anche dal mercato: anche sulle strade si vedono  automobili full elettriche o ibride in crescente quantità. Del resto stiamo parlando di autovetture che permettono di cambiare la visione che si ha dei mezzi di locomozione, sempre più additati oggi come inquinanti e pericolosi per la salute e l’ambiente.

L’introduzione di automobili elettriche in grado di sopperire a tutti i bisogni dei comuni mortali ha permesso a questo tipo di mezzi di diffondersi, anche se il processo è ancora abbastanza lento. La nascita e lo sviluppo della Formula E consente di mostrare al mondo come le vetture elettriche siano affidabili e possano essere utilizzate a lungo, con prestazioni di tutto rispetto, paragonabili a quelle delle vetture alimentate con combustibili fossili.

Il crescente interesse delle case automobilistiche più importanti testimonia ulteriormente la nascita di un nuovo mercato, di automobili pulite e meno inquinanti rispetto a quelle tradizionali.

Chi vincerà il 4° campionato di Formula E

Le prime gare non sono ancora partite, ma sono molti i pronostici sulla vittoria del campionato. Fino ad oggi i campionati di Formula E sono stati molto combattuti sino all’ultima gara, e nulla fa pensare che quest’nano le cose possano andare diversamente.

Ne saranno felici tutti gli appassionati di scommesse live su Netbet Live Betting. Di certo ci sono alcuni piloti che partono da favoriti, come Di Grassi, Heidfeld e Rosenqvist. Stiamo comunque parlando di un campionato agguerrito, cui partecipano anche alcuni piloti che hanno avuto esperienze in Formula1, abituati quindi alle massime velocità. Per sapere come andranno le cose non ci resta che seguire l’intera stagione, visibile in chiaro in TV per tutte le 14 gare.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.