Borsa italiana: i risultati di gennaio a Piazza Affari

LA borsa italiana

Febbraio è alle porte, il primo mese di questo 2017 sta per concludersi, ed è già tempo di tirare le prime somme e di scoprire come è andato questo inizio di anno per la Borsa italiana. Su questo fronte, la sorpresa è sicuramente molto grande, se si considerano tutti gli scossoni di un 2016 che ha messo a dura prova Piazza Affari.

La Borsa di Milano ha infatti stupito tutti gli analisti di settore e gli investitori cominciando l’anno nuovo in maniera a dir poco dirompente, con l’indice Ftse Mib a +1,73% a 19.566 punti e l’All Share a +1,70%, maggiori approfondimenti disponibili su BorsaMercato.com.

Risultati incredibili confrontati con quelli del gennaio 2016, quando Piazza Affari era stata affossata dal crollo dei titoli bancari. Proprio questi ultimi, al contrario, sono adesso i protagonisti assoluti di questa netta ripresa: Ubi a +4,90%, Bper a +4,15%, Unicredit a +2,56%, Mediobanca a +2,13% e Intesa Sanpaolo a +0,91%.

Resta ovviamente sempre sospeso il Monte dei Paschi di Siena, ma arrivano buone notizie per il nuovo Banco Bpm, che ha fatto registrare un ottimo +9,08% al suo debutto sul listino dopo che la messa punto a punto definitiva della fusione tra la Popolare di Milano e il Banco Popolare.

Ma non si parla solo di titoli bancari. Si sono messi in mostra infatti anche gli energetici, con Enel a +0,81%, Eni a +1,10%, Saipem a +4,49%. Quest’ultima in particolare è stata favorita dalla chiara possibilità che il rialzo delle quotazioni di greggio possano dare un rinnovato slancio agli investimenti nell’industria del petrolio.

Infine diamo uno sguardo ai titoli industriali, protagonisti anche loro di questo inizio di 2017 così positivo per la Borsa italiana. Ferrari ha registrato un +1,63%, Fca è a +3,35%, mentre Brembo sale a +4,35%. Anche Telecom Italia è in rialzo (2,51%), così come Mediaset, che ha guadagnato l’1,02%, e Mondadori, che è arrivata addirittura al 9,31%.

Intanto, nel report sulle migliori Borse europee stilato annualmente da Jefferies è comparsa una lista sui titoli migliori sui quali puntare quest’anno. Tra gli italiani, spicca Unicredit, che come abbiamo visto è tra i migliori titoli di gennaio e che, secondo gli analisti di Jefferies, è uno degli investimenti più sicuri del 2017, a riprova di una forza acquisita negli ultimi mesi da Piazza Affari che sta sorprendendo non poco e che non lascia spazio a nuovi crolli.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.